CAV PDF Stampa E-mail
Giovedì 09 Aprile 2009 10:48
Il CAV è costituito da un piccolo numero di persone animate da buona volontà che si sono date l'obbiettivo di difendere la vita dalla culla al suo naturale finire. Un lavoro difficile che ha dato la gioia di salvare qualche vita e di proteggere qualche mamma. Ma per potere operare ad ampio raggio ed ottenere la fiducia delle persone è necessario fare opera di sensibilizzazione nelle scuole e nelle chiese, promuovere incontri e dibattiti in seno alle varie associazioni presenti nel territorio.

Il CAV fa sentire la sua voce e per poter realizzare un lavoro proficuo chiede il sostegno delle istituzioni e dei Sacerdoti. Il motto "tutti insieme per difendere la vita" deve stimolarci ad un lavoro interparrocchiale con il coinvolgimento e la collaborazione di quanti hanno a cuore il problema della protezione della vita, specialmente degli ultimi e degli indifesi, come nascituri appunto.

Il CAV ha sede presso l'ex Istituto delle Suore Salesiane in via Ruggero e dispone di un cellulare attivo 24 ore su 24 per le donne in difficoltà, il numero è 339/1919446. Il CAV riceve le mamme e i bambini ogni mercoledì dalle ore 10:30 alle 12:00 e li assiste non solo economicamente con alimenti, corredini e visite mediche pediatriche ma anche moralmente e psicologicamente attraverso visite a domicilio che consentono di stabilire un rapporto più profondo con le mamme tra cui molte sono di nazionalità rumena.

32^ Giornata Nazionale per la Vita
.
.
.

Con i Bambini non nati

Lunedì 18 Giugno 2012 a Ravanusa all'ingresso del Cimitero, con una bellissima cerimonia seguita dalla celebrazione della Santa Messa, è stato inaugurato un monumento "ai bambini non nati". L'iniziativa è stata voluta dal dall'Arciprete don Emanuele Casola, insieme al CAV(centro aiuto alla vita), con la collaborazione della comunità ecclesiale di Ravanusa, insieme all'amministrazione comunale, nella persona del Sindaco Armando Savarino e dell'Ass.re Lillo Gattuso. Sulla pietra di marmo, donata dalla ditta f.lli Brancato e scolpita gratuitamente dal Sig. Angelo Rago, sono raffigurate due mani che sorreggono un bambino, mani che sostengono ma che  al tempo stesso ricevono e offrono la vita, accanto a questa immagine è posta la scritta "tu sei prezioso ai miei occhi, dice il Signore - Preghiamo con i bambini non nati". Questa opera ricorderà a tutti i cittadini che si recano al cimitero, l’importanza della vita e "il grido silenzioso dei bambini non nati a causa dell’aborto".

01cavbn  02cavbn

03cavbn  04cavbn

 

Un Inno alla Vita per le strade di Ravanusa

01-3marciav

"Per difendere la Vita" e per gioire del dono della "Vita"

"Generare la vita vince la crisi", questo è stato il tema della 35.ma Giornata nazionale della Vita indetta domenica 3 febbraio 2013 dalla Cei (Conferenza Episcopale Italiana). La Comunità Ecclesiale di Ravanusa e il C.A.V.(centro aiuto alla vita) hanno vissuto una tre giorni per ringraziare e riflettere sull'importanza del dono della Vita. Venerdì 1 un momento di preghiera ha riunito le persone al cimitero davanti al monumento dei bambini mai nati, a cui è seguita una processione fino alla Chiesa San Michele per un momento di adorazione e di preghiera davanti a Gesù Eucaristia. Sabato 2 si è intensificata la promozione della campagna europea "Uno di noi" lanciata dal Movimento per la Vita, un progetto che mira a raccogliere, entro novembre, un milione di firme, affinchè il legislatore dell'Unione Europea provveda ad introdurre un divieto alle attività presupponenti la distruzione di embrioni umani,tutelando la vita sin dal concepimento. Domenica 3 "Giornata nazionale della Vita", in tutte le Parrocchie si sono vendute delle "primule", rappresentanti lo sbocciare di una nuova vita, il cui ricavato sosterrà i bisogni del C.A.V.; alle ore 19:30 dello stesso giorno la Comunità Ecclesiale di Ravanusa con tutti i vari movimenti, gruppi, associazioni ecc. si è riunita davanti al "Milite Ignoto" (P.zza Crispi) per dare inizio alla 3^ "Marcia per la Vita". Un corteo numeroso ha vissuto dei momenti di riflessione e di preghiera; la marcia ha percorso l'intero Corso della Repubblica, soffermandosi in Piazza Garibaldi per poi concludersi in Piazza I Maggio davanti la Chiesa Madre. Oggi accogliere una nuova vita sembra implicare esclusivamente dei costi, non si guarda più al dono che è quel bambino, quella creatura che sta diventando il futuro reale. Lo fa nella sua carne, nel suo vagito, nel suo sorriso, sta mostrando che è possibile una vita realmente più umana per l'intera società. E allora, ogni bambino che nasce è per noi motivo di speranza. "Generare la vita vince la crisi" è un invito ad una vera sfida, quella di partire dalla crisi per poter essere generativi di vita, di rintracciare in questa situazione di crisi una nuova solidarietà tra le famiglie, per uno sguardo più umano, arricchito dallo sguardo della Croce di Cristo che diventa motivo di speranza.

Ecco alcuni video della "Marcia per la Vita", clicca>>iconavideo1

02-3marciav 03-3marciav

04-3marciav 04-3marciav

05-3marciav 06-3marciav

07-3marciav 

10-3marciav 09-3marciav

 

1° febbraio - Giornata per la Vita 2015

"SOLIDALI PER LA VITA"

La Chiesa Italiana la prima domenica di Febbraio celebra la "Giornata per la Vita" che nell'edizione 2015 ha per tema "Solidali per la vita". Nel messaggio che accompagna la celebrazione il Consiglio Permanente della Conferenza Episcopale Italiana ha scandito i temi di questa giornata: il declino demografico, il triste fenomeno dell'aborto, il desiderio di maternità e paternità, i percorsi di adozione e di affido, la solidarietà verso la vita, la costruzione di un nuovo umanesimo. Il tema dominante è quello della solidarietà verso la vita che può concretizzarsi in tante forme di aiuto: «La solidarietà verso la vita – si legge nel messaggio della CEI – può aprirsi anche a forme nuove e creative di generosità, come una famiglia che adotta una famiglia. Possono nascere percorsi di prossimità nei quali una mamma che aspetta un bambino può trovare una famiglia, o un gruppo di famiglie, che si fanno carico di lei e del nascituro, evitando così il rischio dell'aborto al quale, anche suo malgrado, è orientata. Una scelta di solidarietà per la vita che, anche dinanzi ai nuovi flussi migratori, costituisce una risposta efficace al grido che risuona sin dalla genesi dell'umanità: "dov'è tuo fratello?"(cfr. Gen 4,9). Grido troppo spesso soffocato, in quanto, come ammonisce Papa Francesco "in questo mondo della globalizzazione siamo caduti nella globalizzazione dell'indifferenza. Ci siamo abituati alla sofferenza dell'altro, non ci riguarda, non ci interessa, non è affare nostro!"».

Raccogliendo questo invito, la Comunità Ecclesiale di Ravanusa e il C.A.V. (centro aiuto alla vita) ha vissuto tre giorni di appuntamenti in favore della Vita.

01giorvita15 02giorvita15

03giorvita15 04giorvita15

05giorvita15 06giorvita15

07giorvita15 08giorvita15

giornataxvita13


 

uno di noiscritta 

"Sostenere la dignità e i diritti di ogni essere umano fin dal concepimento" 

FIRMIAMO e DIFFONDIAMO

Per continuare a dire che l'embrione è uno di noi, i Movimenti per la vita stanno promuovendo a livello europeo una raccolta di firme per far intervenire il legislatore europeo e assicurare "protezione giuridica della dignità, del diritto alla vita e dell' integrità di ogni essere umano fin dal concepimento". Il traguardo è di un milione di firme... ma si punta a molte, molte di più. E' possibile firmare online. 

Metti la tua firmascegli in basso a sinistra la lingua che preferisci e firma per difendere lo statuto dell'embrione umano quale persona soggetto di diritti. Firma cliccando qui>>keleido6 

Data l'importanza dell'iniziativa, diffondi il più possibile presso i tuoi contatti.

uno di noi

"L'Europa di domani è nelle vostre mani. Siate degni di questo compito. Voi lavorate per restituire all'Europa la sua vera dignità: quella di essere luogo dove la persona, ogni persona è accolta nella sua incomparabile dignità" (Giovanni Paolo II, 23-11-1986. Convegno sul diritto alla vita e l'Europa)

 

Ultimo aggiornamento ( Martedì 31 Marzo 2015 21:32 )
 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.

Interpolated viagra kopen winkel prix du vardenafil mutely modularizing Paleolithic pitying acheter viagra generique belgique sildenafil 100mg kopen modularizing categorization